Scheda Tecnica Impianti a fanghi attivi a basso carico
Scheda tecnica
Scheda Tecnica Impianti a fanghi attivi a basso carico
Scheda tecnica
Funzionamento
Gli impianti a fanghi attivi sono sistemi secondari che sfruttano l’azione di colonie batteriche che rimanendo in sospensione nel liquame consumano il materiale organico biodegradabile utilizzandolo come nutrimento per ottenere l’energia ed il materiale necessari per la sintesi di nuove cellule. In questo modo si formano composti via via più stabili fino alla completa degradazione del carico organico. All’interno si sviluppano elevatissime concentrazioni di batteri aerobici, in grado di assorbire l’ossigeno disciolto nell’acqua per consumare il materiale biodegradabile. Per garantire la concentrazione di ossigeno necessaria per lo sviluppo delle reazioni biologiche viene usato un sistema di aerazione con diffusori  sommersi che dal fondo della vasca disperdono un flusso d’aria a bolle fini, assicurando anche un’adeguata miscelazione che mantiene in sospensione le alte concentrazioni di solidi presenti in vasca. L’impianto è fornito anche di un comparto di disinfezione presente lungo il tubo di uscita, nell’apposito alloggio si può inserire una pastiglia di cloro per produrre un effetto disinfettante (ove richiesto da regolamenti locali).
Gli impianti a fanghi attivi sono impiegati come trattamento secondario delle acque reflue domestiche o assimilabili. Devono essere preceduti da una fase di degrassatura e da una fase di sedimentazione primaria (vasca Imhoff o settica), in questo modo si può scaricare il refluo trattato in dispersione sotterranea o su corso idrico superficiale.
ESEMPIO DI INSTALLAZIONE
VOCE DI CAPITOLATO

Depuratore biologico a fanghi attivi a basso carico per il trattamento secondario di depurazione delle acque reflue di civili abitazioni o assimilabili, in monoblocco di polietilene (PE), prodotto in azienda certificata ISO 9001/2008, dimensionato secondo UNI EN 12566- 3 rispondente al DLgs n. 152 del 2006 per lo scarico del refluo depurato in corso idrico superficiale o in sub-irrigazione, dotato di tronchetto di entrata con curva 90° in PVC con guarnizione a tenuta, cono di sedimentazione, tronchetto di uscita con deflettore a T e alloggio per pastiglia di cloro per disinfezione in PVC con guarnizione a tenuta; fornito di sistema di insufflazione aria e movimentazione refluo costituito da soffiante/compressore a membrana, condotta in gomma e diffusore/i a piastra in gomma microforata; dotato anche di sfiato per il biogas e di chiusini per le ispezioni e gli interventi di manutenzione e spurgo; prolunghe opzionali installabili sulle ispezioni; Impianto biologico a fanghi attivi a basso carico mod………………… volume utile…………………..lt, misure …………x……………x………………cm

DIMENSIONAMENTO E NORMATIVA

La normativa di riferimento per quello che concerne la depurazione delle acque reflue è il D.Lgs. 03/04/2006 n. 152, parte 3 mentre il dimensionamento tecnico degli impianti a fanghi attivi a basso carico viene fatto sulla base del carico di fango (o fattore di carico organico) che esprime il rapporto tra carico organico BOD5 e microrganismi, tanto più basso è questo rapporto tanto più intensamente viene consumato il carico organico e si riduce anche la produzione di fango di supero. Gli impianti a fanghi attivi Rototec sono dimensionati per avere carichi di fango inferiori a 0,15 KgBOD/KgSSD e carichi volumetrici inferiori a 0,5 KgBOD/m3d.
Nella tabella seguente, i dati di progetto utilizzati per il dimensionamento degli impianti a fanghi attivi Rototec:

Carico idraulico pro capite 200 lt/AExd
Carico organico pro capite 48 gBOD5/AExd
Carico di fango <0,15 KgBOD/KgSSD
Carico volumetrico <0,5 KgBOD/m3d
GAMMA MODELLI
Corrugato
Modulare
Elipse
DATI DIMENSIONALI E TECNICI
Articolo
Modello
Lungh. mm
Largh. mm
Ø mm
H mm
HE mm
HU mm
Ø E/U mm
Tappi
Prolunghe
Volume aerato lt
Volume sediment. lt
Soffiante mod.
Piatti diffusori
A.E.
NIFA1000 Corrug. 1150 1220 880 860 110 CC400-CC200 PP45-PP30 607 243 HP40 1 6
NIFA1200 Elipse 1900 708 1630 1250 1230 110 CC300-CC300 PP35-PP35 910 290 HP40 1 7
NIFA1500 Corrug. 1150 1720 1360 1340 110 CC400-CC200 PP45-PP30 906 362 HP40 1 9
NIFA1700 Elipse 1900 708 2140 1760 1740 110 CC300-CC300 PP35-PP35 1363 412 HP40 1 9
NIFA2100 Corrug. 1350 1975 1540 1520 110 CC400-CC300 PP45-PP35 1470 480 HP60 2 12
NIFA2600 Corrug. 1710 1450 1000 980 125 CC400-CC300 PP45-PP35 1432 629 HP80 2 14
NIFA3200 Corrug. 1710 1725 1240 1220 125 CC400-CC300 PP45-PP35 1765 760 HP80 2 17
NIFA3800 Corrug. 1710 1955 1490 1505 125 CC400-CC300 PP45-PP35 2139 965 HP80 2 20
NIFA4600 Corrug. 1710 2225 1710 1690 160 CC400-CC300 PP45-PP35 2713 1085 HP80 2 25
NIFA5400 Corrug. 1950 2250 1660 1640 160 CC400-CC400 PP45- PP45 3137 1210 HP80 2 30
NIFA6400 Corrug. 1950 2530 1970 1950 160 CC400-CC400 PP45-PP45 3778 1322 HP80 2 35
NIFA7000 Corrug. 2250 2367 1850 1830 160 CC400-CC400 PP45-PP45 5474 1460 HP150 2 45
NIFA9000 Corrug. 2250 2625 2070 2050 160 CC400-CC400 PP45-PP45 5803 2020 HP150 2 52
ITIFA15000 Modul. 5620 2100 2200 1870 1850 160 TAP800 2xPP77 14150 402 HP402SF 12 80
ITIFA22000 Modul. 7880 2100 2200 1870 1850 160 TAP800 3xPP77 20700 402 HP402SF 18 120
ITIFA30000 Modul. 10140 2100 2200 1870 1850 160 TAP800 4xPP77 27250 402 HP502SF 24 150
ITIFA36000 Modul. 12400 2100 2200 1870 1850 160 TAP800 5xPP77 33800 402 HP502SF 30 180

La presente scheda tecnica è di proprietà di Rototec SpA; è assolutamente vietata la riproduzione di quanto contenuto nella stessa. Rototec SpA si riserva di apportare modifiche in qualsiasi momento, senza preavviso alcuno, ai contenuti della presente scheda tecnica.

I dati riportati in questa pagina si riferiscono esclusivamente al prodotto standard (dimensionamento Italia). Per dimensionamenti specifici secondo regolamenti locali, fare riferimento alla relativa scheda tecnica, scaricabile in questa pagina.

Visita la pagina del prodotto
Richiedi maggiori informazioni
Per richieste di preventivo, o qualsiasi altra informazione riguardo al prodotto, non esitare a contattarci!